Johnny  Belts prende vita
più di 40 anni fa
negli ambienti alternativi
di Berlino Ovest.

È in quel luogo dove la commistione di idee, stimoli culturali, politici e musicali che nel panorama della Berlino della guerra fredda degli anni 80 centro dei destini del mondo per il fatto di essere il punto di incontro-scontro tra due ideologie diverse che un giovane trentenne appena rientrato dal suo peregrinare tra i diversi luoghi del mondo si ferma a ragionare sul proprio futuro.

“…Sai – mi confessò lui in una notte di bagordi – il mondo era in fermento…

…io ero appena rientrato dallo Zimbabwe ( allora considerato il granaio dell’africa meridionale )  dove avevo fatto il tipografo per un paio d’anni E dove mi ero fermato in quanto innamorato della bellezza dei tramonti africani…
e l’Europa e la Germania ancora una volta si trovavano a decidere il futuro del  mondo…

Cosi mi dissi  perché non andar a Berlino a veder cosa stava producendo questa contrapposizione tra est e ovest tra due massimi sistemi…. Scoprii alla fine che tutti noi giovani poco più che trentenni sognavamo la pace ed il rock e ci ammazzavamo di esperienze nuove e diverse che si traducevano in un design di ribellione verso lo status quo predefinito dalla società borghese e conformista…”

Così nacque
Johnny  Belts…

…nome tratto ed ispirato alla libertà dell’America, fortemente presente a Berlino con il suo stile di vita con un forte connotato di design in cui il suono ribelle dei Clash, Cure, Scorpions, Metallica ma anche Bowie, Police e gli stessi Queen influivano nella creazione di cinture e borse con un design di rottura verso il solito abbigliamento sartoriale.

Georg Jansen dopo aver attravversato il medio Oriente e l’Asia a bordo di un vecchio Volkswagen arrivando sino alle cime dell’Afghanistan decideva così di stabilirsi a Berlino dove l’apertura mentale, e la tolleranza appresa nel suo decennio vissuto  tra la Turchia, l’India e l’Afghanistan servirono per iniziare il sogno di creare un prodotto completamente nuovo ispirato ai valori appresi… spirito ribelle e genio maledetto del prodotto, capace come pochi di avere una visione proiettata nel futuro crea un marchio di nicchia apprezzato in tutto il mondo ma soprattutto forma e influenza con le sue esperienze e idea di un destino migliore ragazzi tra l’Europa che rileveranno la sua esperienza attualizzando al contesto odierno…